La capitalizzazione di mercato delle criptovalute arriva con un tiro di pietra di $ 1 trilione

Il 3 gennaio 2021, il mercato delle criptovalute ha raggiunto una nuova valutazione massima di tutti i tempi.

A $ 910 miliardi, la classe di asset in valuta digitale si è avvicinata al benchmark di $ 1 trilione.

Anche il dominio di Bitcoin è salito al massimo di tre anni, attestandosi al 68%

Voglio sapere di più? Unisciti al nostro gruppo Telegram e ottieni segnali di trading, un corso di trading gratuito e comunicazioni quotidiane con i fan delle criptovalute!

Il Trust Project è un consorzio internazionale di testate giornalistiche che stabiliscono standard di trasparenza.

Il 3 gennaio 2021, la capitalizzazione di mercato cumulativa di tutte le criptovalute è aumentata a ben 913 miliardi di dollari, un nuovo massimo storico.

Per la prima volta in quasi tre anni, la classe di asset crittografici si è avvicinata a una valutazione di $ 1 trilione o superiore. Il record precedente per la valutazione totale del mercato delle criptovalute è stato raggiunto all’inizio del 2018.

All’epoca, arrivando a circa $ 830 miliardi, l’asset class non ha avuto la possibilità di superare il benchmark prima di subire una massiccia correzione tra il 2018 e il 2020. Una forte ripresa recente, tuttavia, ha aperto la strada al mercato delle criptovalute per realizzare finalmente un valutazione di $ 1 trilione.

Bitcoin è ora la nona risorsa scambiata più preziosa al mondo

Secondo AssetDash, un sito web che classifica le attività negoziabili del mondo in base alla capitalizzazione di mercato, Bitcoin Era è attualmente la nona risorsa più preziosa al mondo.

La criptovaluta è recentemente entrata nella top 10, superando Berkshire Hathaway e Taiwan Semiconductor Manufacturing (TSMC) solo pochi giorni fa. Con circa $ 600 miliardi, Bitcoin è ora a due passi dal sorpasso anche da Tesla e Alibaba.

In particolare, Berkshire Hathaway è guidata da Warren Buffett, un famoso investitore che ha respinto Bitcoin e il mercato delle criptovalute in diverse occasioni. In un caso, solo nel 2018, il magnate americano è arrivato al punto di chiamare l’asset digitale “ veleno per topi al quadrato „.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Comments are closed.